Google trasforma completamente il Play Store con questa funzione gratuita

Google e la sua nuova strategia, ora tocca al Play Store essere implementato: tutto sulla funzione gratuita che lo straforma completamente.

Cos’hanno in comune Bard e Google Pixel 8 (e 8 Pro)? Nascono entrambe nello stesso tetto, ovvio da Mountain View, ma rappresentano le basi su cui Google sta cercando di attirare l’attenzione di tutti. Il 2023 che volge al termine ha indicato nell’intelligenza artificiale generativa la strada che stanno percorrendo e segnando tutti i colossi tech.

Google trasforma completamente il Play Store
Il Play Store di Google si evolve con una funzione aggiuntiva – tecnozoom.it

Fondamentalmente Bard nasce come risposta a ChatGPT, il chatbot di OpenAI che ha un po’ riscritto la storia: creato sul modello LaMDA sulle ceneri del primo sviluppo andato molto male, questo bot di Google, basato sull’intelligenza artificiale generativa e sull’apprendimento automatico, disponibile in 40 lingue, è finalmente efficiente e sta regalando grandi gioie a chi lo usa.

Un po’ come i Pixel 8 e 8 Pro, i primi smartphone costruiti con l’intelligenza artificiale (Samsung uscirà a gennaio con i Galaxy S24, Apple a settembre 2024 con gli iPhone 16) e con funzionalità esclusive, tutte alimentate da Google Tensor G3. Ma un noto proverbio di carattere internazionale dice: non c’è due, senza tre.

Google inserisce la terza: come cambieranno le FAQ di applicazioni e giochi

Il passo successivo che intende muovere Google è sempre sull’intelligenza artificiale al centro del suo piano strategico. Dopo Bard e l’IA sui suoi ultimi smartphone top gamma, ecco un’altra funzionalità gratuita che trasforma il Play Store, evoluto Google tramite le domande frequenti generate dall’intelligenza artificiale, sia per quanto riguarda le applicazioni sia per quanto concerne i giochi.

Google Play, nuova funzione gratuita
Bard e Pixel 8 (e 8 Pro), ora l’IA arriva anche sul Play Store – tecnozoom.it

Per il momento tante indiscrezioni dalla stampa internazionale, convinta che le famigerate FAQ saranno alimentate dalla stessa IA che muove Bard, qui nasce la nuova funzionalità, volta ad aiutare gli utenti a chiarire alcuni dubbi sui giochi e sulle app che installano sui loro dispositivi Android. FAQ 2.0, potremmo denominarle, domande frequenti utilizzando l’intelligenza artificiale.

L’idea che sarà questa una delle novità del colosso di Moutain View nel 2024 arriva attraverso uno smontaggio dell’apk,, grazie al quale sono state scovate alcune alcune stringhe e flag che suggeriscono che Google ci sta lavorando, insomma è qualcosa di più di un semplice test, è già successo di recente.

Quando hanno iniziato a implementare un indicatore di progresso, Download buddy. Non si sa molto altro per il momento, eccezion fatta per la posizione che occuperanno queste FAQ, nella sezione dei dettagli di ciascuna app e elenco di giochi, almeno così ipotizza AssembleDebug.

Impostazioni privacy