WhatsApp, la funzione che in pochi conoscono: ti svolta la giornata

Tra canali e foto in HD ecco spuntare su WhatsApp una funzione che in pochi conoscono: è una vera svolta per tutti.

La possibilità che ora ha un creator di un canale WhatsApp di invitare e “formare” fino a 15 nuovi amministratori “facente funzioni” è davvero una svolta che un grande upgrade a tutti colori che con i canali possono restare sul pezzo.

WhatsApp, la funzione che in pochi conoscono
WhatsApp, si scoprono ogni giorno delle scorciatoie incredibili – tecnozoom.it

Amministratori facenti funzioni sì, nel senso che hanno quasi tutte le facoltà proprie del creatore del canale di WhatsApp, anche se non possono “tagliare” gli utenti che hanno aderito al canale, né cancellare lo stesso.

Anche l’opzione delle foto in HD direttamente sull’aggiornamento di stato è una bella svolta, perché evita ulteriori passaggi o altri rimedi che adesso sotto direttamente dentro l’applicazione di messaggistica istantanea numero uno al mondo. Ma ecco spuntare un’altra funzione che rappresenta la svolta definitiva per tutti.

WhatsApp, come utilizzare la funzione-svolta sia per Android sia per iOS. Oppure lato desktop

Ora, per inviare messaggi tramite l’Assistente Google, basterà proferire l’ormai proverbiale frase “Ehi Google, invia un messaggio WhatsApp”, senza dimenticare il nome dell’utente a cui vuoi inviare un sms e il contenuto annesso, e l’utente stesso vedrà ciò che voi avrete detto a parole. Una bella svolta, no?

WhatsApp ti svolta la giornata
WhatsApp, che tu abbia android, iOS, o sei al PC fa lo stesso – tecnozoom.it

Per un utente Android è semplicissimo, basterà utilizzare l’Assistente Google, scandire bene le parole, dare il comando giusto al Google Assistant e il messaggio in questione verrà recapitato in maniera istantanea: la svolta definitiva è che lo stesso procedimento si può fare comodamente per una chiamata su WhatsApp, senza passare dall’applicazione.

Altrimenti potrà accedere all’app direttamente dall’elenco delle applicazioni installate sul proprio smartphone e poi utilizzare i comandi vocali per far partire la chiamata. Ovviamente tutto ciò non è una prerogativa dell’Assistente Google, è possibile farlo anche per i possessori di dispositivi con sistema operativo iOS.

Anche Siri, infatti, consente questa scorciatoia, perché tale è, un sistema modo comodo per utilizzare WhatsApp tramite comandi vocali sfruttandone appieno tutte le sue funzionalità. Addirittura si può fare anche tramite desktop.

Come? Semplicemente aprendo l’app per Windows o Mac (attenzione, a volte è un po’ lenta o si blocca) oppure con il tradizionale WhatsApp Web, da lì è un giochetto da ragazzi avviare le chiamate tramite la versione desktop dell’applicazione di messaggistica istantanea numero uno al mondo. In questo caso lo smartphone può essere altrove, oppure spento o a ricaricare.

Impostazioni privacy