10 curiosità sul Natale in Giappone: non è affatto come pensi tu e potresti ‘rimanerci male’

Forse non lo sai ma in Giappone il Natale è davvero diverso. Scoprire in cosa ti lascerà senza parole.

Il Natale è una festa celebrata ormai quasi in tutto il mondo. Ciò nonostante le tradizioni variano da paese a paese. Se pensiamo al Giappone, ad esempio, qui il Natale ha tutto un altro significato e viene vissuto in modo forse un po’ più commerciale ma non per questo meno sentito.

natale in Giappone
natale in Giappone, 10 curiosità (tecnozoom.it)

Sebbene alcune grandi assenza potrebbero far storcere il naso a qualcuno, aprendo mente e cuore e guardando alla magia che i giapponesi sanno comunque infondere a questa festa si potrà godere delle tante differenze e magari coglierne qualcuna che piace per farla propria.

Le dieci curiosità sul Natale in Giappone che sorprendono sempre tutte

Festeggiare il Natale in Giappone ha sicuramente tutto un altro sapore. Questa festività è infatti percepita in modo molto diverso e, per questo, vissuta con tradizioni in alcuni casi particolari. Alcune tra queste sono sicuramente curiose per chi non c’è abituato e per questo vale la pena citare le più simpatiche.

natale in Giappone
natale in Giappone, 10 curiosità su come si festeggia (tecnozoom.it)

Non è una festa nazionale

Iniziamo con il dire che Natale non è festa nazionale. In questa giornata, quindi, si è soliti lavorare e andare a scuola. Per i giapponesi, infatti, i veri festeggiamenti sono a Capodanno dove, tra le altre cose, ci si reca al tempio a pregare.

Viene vissuta come una festa dell’amore

Per le giovani coppie, la sera del 24 Dicembre rappresenta un secondo San Valentino. Per questo motivo sono solite uscire in coppia e fare qualcosa di romantico come andare al parco, al cinema o alla Tokyo Tower. I single possono invece rifarsi con feste organizzate spesso nella speranza di trovare proprio l’amore.

Si mangia il pollo fritto

In Giappone a Natale si mangia il pollo fritto, considerato una sorta di versione economica al più noto tacchino che gli americani mangiano nei giorni di festa.

Esiste una torta del Natale

Il dolce di questa festa è la famosa Crhistmas Cake. Una torta di pan di spagna farcita con panna e fragole e ricca di decorazioni a tema. I più tradizionali possono invece godere dei wagashi. Tipici dolci giapponesi a base di farina di riso, zucchero e fagioli azuki ma ormai ricchi anche di altri ripieni.

Babbo Natale ha un altro nome

Il nome del Babbo Natale giapponese è Santa San. Dove Santa sta per Santa Claus e san per signore. Il nome è stato quindi preso dagli americani.

Esiste un Buddha felice per i bambini

Alla figura di Babbo Natale si affianca il monaco Hotei-osho noto anche come Buddha felice e considerato una divinità porta fortuna. Detto ciò, i bambini credono fermamente in Babbo Natale tanto da essere, in tutto il mondo, quelli che gli inviano più letterine.

I regali non sono per tutti

Lo scambio dei regali a Natale è facoltativo e solitamente riservato alla famiglia o al partner in virtù dell’usanza di vivere questa giornata come un momento romantico.

Non si fa l’albero di Natale

Le case giapponesi sono spesso piccole e comunque non è molto comune l’usanza di fare l’albero, motivo per cui non hanno il problema di quanto tenerlo acceso. Ciò nonostante non mancano le decorazioni natalizie sparse per tutta casa e a volte vengono decorati i bonsai.

Il Natale è pieno di luci

Non si può dire che a Natale manchino le luci, anzi. In Giappone abbondano per tutte le strade. Allo stesso tempo, decorazioni (spesso raffiguranti personaggi degli anime) e luminarie vengono eliminate subito dopo le feste.

Si tratta di una festa molto sentita

Sebbene Natale non sia una festa nazionale per i Giapponesi è molto sentita e lo è al punti da celebrarla in modo sempre speciale e con le persone più care. Cosa che li porta anche a curare al meglio ogni dettaglio.

Impostazioni privacy