Auto Elettrica, dalla Cina arriva la soluzione al surriscaldamento: il gadget che non può mancare

Uno dei problemi più gravi dei motori delle auto elettriche è il surriscaldamento. In Cina hanno trovato una soluzione che non può mancare.

Le auto elettriche saranno il futuro della mobilità. Se oggi ci sono ancora poche infrastrutture capaci di sorreggere il peso di una diffusione capillare di questi mezzi, in futuro potrebbero avere molto più respiro. In Cina hanno trovato una soluzione a uno dei problemi più gravi.

Strumento indispensabile per le auto elettriche
auto elettrica – ANSA – tecnozoom.it

Le macchine elettriche stanno pian piano prendendo piede nel nostro vivere quotidiano. Nonostante le infrastrutture per il supporto di questa nuova tecnologia (colonnine di ricarica elettrica) si vedono sempre più auto elettriche in giro e i segnali che vedono un futuro sempre più elettrico sono tanti. Considerando che stiamo andando in questa direzione con la mobilità è bene cominciare a pensare anche ad alcuni problemi che queste auto possono portare con se. Uno dei problemi più gravi, congeniti alle auto elettriche fino ad ora è legato al surriscaldamento della batteria.

In Italia, dove la stagione estiva presenta temperature molto elevate, il problema del surriscaldamento delle auto è qualcosa che ci tocca già vicino. Già da tempo molti smaniano per trovare un parcheggio all’ombra in estate per evitare di far diventare la propria macchina un forno, ma con le auto elettriche il pericolo non è solo questo. Come si è visto nel corso degli anni uno dei più grossi problemi delle auto elettriche è il deterioramento delle batterie al litio in seguito agli sbalzi di calore. Questo rappresenta un pericolo per i guidatori perché non solo possono esserci problemi di guasti meccanici, ma anche che la batteria prenda fuoco.

La soluzione che arriva dalla Cina

Una soluzione arriva da dei ricercatori di Shanghai. In Cina l’utilizzo delle auto elettriche è molto più diffuso rispetto che in Europa, così come i problemi ad essere collegati. I ricercatori hanno quindi studiato una coperta termica per automobili capace di far rimanere l’auto tra i 7 e gli 8 gradi più fresco rispetto alle condizioni esterne. Una coperta termina di questo tipo è utile sia in estate che in inverno perché la temperatura dell’auto coperta può anche aumentare se fuori fa più freddo, mantenendo la temperatura confortevole.

La coperta è formata da 2 strati: uno esterno coperta da fibre di silicio con struttura a esagoni che riflette le radiazioni solari, e uno interno in lega di alluminio che cattura il calore e impedisce che si disperda.

Strumento indispensabile per le auto elettriche
Ricarica di un’auto elettrica – ANSA – tecnozoom.it

Utile anche sulle auto a benzina

I test fatti dai ricercatori hanno dimostrato che alle stesse condizioni esterne di forte caldo le macchine coperte rimanevano a una temperatura di 25°C contro i 50°C delle auto rimaste scoperte. In inverno, invece, con le temperature esterne sotto lo zero, le auto coperte rimanevano alla temperatura di 7°C.

Un accessorio molto utile per gli automobilisti. Anche se è stato progettato per le auto elettriche nulla vieta di utilizzarlo anche con le auto a benzina. In questo modo si evitano tanti fastidi legati al forte caldo o forte freddo.

Impostazioni privacy