Apple rivoluziona tutto e abbatte i costi: il nuovo progetto fa sperare i clienti

Apple dimentica i problemi con gli iPhone 15 e si getta a capofitto verso un nuovo progetto: rivoluziona tutto e abbatte i costi.

Rivoluzione, una parola in hype di questi tempi per Apple. Rivoluzione sugli iPhone 15 perché la loro falsa partenza va dimenticata in fretta, con continui aggiornamenti di sistema in grado di abbassare le temperature di tutti e quattro i Melafonini, che si surriscaldavano troppo in fase di configurazione, ma che si spegnevano improvvisamente di notte, come evidenziato da tante segnalazioni, soprattutto su Reddit.

Apple rivoluziona tutto e abbatte i costi
L’ecosistema di Apple ben presto verrà allargato – tecnozoom.it

Rivoluzione anche in ambito societario, però. Apple, infatti, ha rinnovato i suoi ranghi esecutivi, promuovendo diversi nuovi vicepresidenti dopo un’ondata di partenze nel corso degli ultimi, faticosi, mesi dove il colosso di Cupertino è stato bersagliato da più parti.

Le partenze sono avvenute per una serie di ragioni: alcuni dirigenti sono andati in pensione, altri licenziati, altri ancora hanno lasciato Cupertino per i più disparati motivi. Uno sconvolgimento insolito per un’azienda che da sempre ha avuto nella sua stabilità un fiore all’occhiello. Ma rivoluzione è un sostantivo da porre anche al fianco di un dispositivo di prossima uscita.

I fan esultano, Apple abbassi i costi del Vision Pro. E non solo

La rivoluzione del Vision Pro è l’oggetto del desiderio di Apple. Da Cupertino, infatti, hanno deciso di modificare lo schermo esterno, chip di tipo Mac. Anche prima dell’annuncio del primo Vision Pro lo scorso giugno, Apple aveva gli occhi puntati sullo sviluppo di un modello più economico. Dopotutto, il prezzo di 3.500 dollari era fuori dalla portata di molti, meglio concentrarsi su una versione di fascia bassa.

Apple, il nuovo progetto fa sperare i clienti
Quando uscirà il nuovo Vision Pro di Apple. “Entro il prossimo anno” – foto fonte: apple.com – tecnozoom.it

Così, come rivela l’ultimo report di Mark Gurman su Bloomberg ecco la sterzata tramite lo spostamento del personale dallo sviluppo di occhiali AR autonomi – un progetto ritenuto troppo impegnativo dal punto di vista tecnico – su dei visori a basso costo. Quanto? Tra i 1500 euro e i 2500, si ipotizza.

Oltre a sviluppare il modello più economico, comunque, Apple sta lavorando su una versione di seconda generazione del Vision Pro completo. Un dispositivo più piccolo e leggero, soprattutto più comodo, cercando anche la giusta integrazione delle lenti graduate direttamente nel dispositivo, semplificandone di fatto la progettazione. Il primo Vision Pro, al contrario, utilizzerà inserti per lenti del produttore di componenti ottici Zeiss. Una rivoluzione, comunque, che ha bisogno oltre di programmazione, anche di tempo, per questo Apple continua a ripetere che l’arrivo del primo Vision Pro, resta comunque “all’inizio del prossimo anno”. Parola di Apple.

Impostazioni privacy