Non si arresta il cyberbullismo: adesso arriva il ‘ciukinismo’ | L’ennesimo comportamento inquietante

Non bastava il cyberbullismo, adesso arriva anche il ciukinismo. In cosa consiste questo ennesimo comportamento inquietante e preoccupante?

A destare particolari preoccupazioni negli anni passati è stato il bullismo, ad opera di ragazzini nei confronti dei più deboli e più fragili. Nel corso del tempo, a questo fenomeno sociale piuttosto preoccupante se ne è aggiunto un altro ovvero quello del cyberbullismo. Con questo termine ci si riferisce a tutta una serie di azioni aggressive e intenzionali, di una persona oppure di un gruppo, realizzate attraverso degli strumenti elettronici. Quali? Foto, video, mail, Instant messagging, sms, mms e Chat Rooms. Il tutto con un obiettivo ovvero quello di causare dei danni ad un coetaneo incapace purtroppo di difendersi.

Arriva il 'ciukinismo l'ennesimo comportamento inquietante
Cyberbullismo e Ciukinismo dilagano- (Tecnozoom.it)

Le conseguenze in alcuni casi sono state davvero terribili e alcuni ragazzini sono addirittura arrivati al suicidio. Se questo non bastava, adesso purtroppo è arrivato un altro comportamento inquietante che sta facendo particolarmente preoccupare la società. Si tratta del ciukinismo, l’ultima frontiera assurda del cyberbullismo. Ma in che cosa consiste?

Non si arresta il cyberbullismo e a questo si aggiunge il ciukinismo, di cosa si tratta?

In questi ultimi anni si sono diffuse sui social network le cosiddette Challenge. Attraverso queste, i giovani decidono di compiere alcuni comportamenti mettendo purtroppo a rischio la propria vita e anche quella degli altri. Ne è un esempio il caso della bambina di Palermo che ricorderete è morta soffocata proprio per partecipare ad una Challenge che è circolata su Tik Tok. Ad ogni modo con il termine ciukinismo, che prende il nome dal nickname di colui che è stato scoperto per la prima volta su Telegram, a cosa ci si riferisce?

Non si arresta il cyberbullismo adesso arriva il 'ciukinismo
Arriva il ciukinismo- (Tecnozoom.it)

Si tratta di un comportamento inquietante, volto all’incitamento ed alla più feroce spietatezza e violenza sessuale nei confronti delle donne. A lanciare l’allarme in questi giorni è stata la polizia postale che dopo alcuni indagini è risalita l’identità di chi si nascondeva dietro questo nickname. Ebbene , si tratterebbe un minorenne che ovviamente è stato subito scritto nel registro degli indagati e la pagina su Telegram è stata oscurata.

Il soggetto in questione non faceva altro che raccogliere foto di “vittime di sesso femminile” minorenni, o appena maggiorenni e le postava su delle chat a tema. Pare che in questi giorni avesse addirittura creato dei sondaggi per decidere quale ragazzina dovesse essere molestata per prima. Molti i commenti aggressivi e più volte anche disumani che sono stati rinvenuti in queste chat. Il minorenne non faceva altro che incitare alla violenza trovando purtroppo appoggio in altri soggetti che pare la pensassero come lui.

Impostazioni privacy