Nuove assunzioni in Pubblica Amministrazione, si cercano 1500 risorse a tempo indeterminato: tutti i dettagli

Assunzioni in Pubblica Amministrazione, si cercano 1500 risorse a tempo indeterminato. Ecco tutti i dettagli, i requisiti richiesti e come partecipare.

Sono in arrivo tante nuove notizie per gli aspiranti che hanno come obiettivo conquistare un posto nella pubblica amministrazione italiana. Ci sono diversi enti che in questo periodo stanno assumendo nuovo personale, ovviamente tramite concorsi pubblici che saranno banditi a breve o alcuni addirittura nei prossimi anni. Tra questi c’è proprio il Ministero della Giustizia.

Nuove assunzioni in Pubblica Amministrazione
Concorso pubblica amministrazione- Foto: ansa.it- Tecnozoom.it

Alcuni mesi fa, il ministro Nordio, ha fatto sapere che c’è in mente la possibilità di implementare l’ organico dell’ufficio per il processo attraverso l’inserimento del nuovo personale amministrativo. Si tratta di una necessità, al fine di garantire una certa stabilità al sistema giudiziario. L’idea è quella di assumere all’incirca 1500 addetti attraverso un concorso ordinario aperto a tutti e non solo quindi agli addetti UPP. Ma vediamo un po’ quali sono le notizie che si hanno al momento, riguardo questo concorso.

Nuove assunzioni in Pubblica Amministrazione, si cercano 1500 risorse. Ecco tutti i dettagli

Lo scorso mese di giugno il Ministro della Giustizia Nordio ha fatto sapere che ci sarebbe la possibilità di implementare l’organico dell’ufficio per il processo. Di conseguenza è previsto l’inserimento di un nuovo personale amministrativo al fine di garantire una certa stabilità al sistema giudiziario. L’ organo della giustizia è una delle articolazioni centrali della pubblica amministrazione italiana. Così come dichiarato dal direttore generale dell’Unità di missione PNRR, Davide Galli, dall’Europa sono in arrivo dei finanziamenti proprio volti alla assunzione di nuovi addetti.

In Pubblica Amministrazione si cercano 1500 risorse a tempo indeterminato
Concorso pubblica amministrazione- Foto: ansa.it- Tecnozoom.it

C’è la volontà di prorogare fino al 30 giugno 2026 gli addetti che sono stati reclutati attraverso un primo scaglione sulla base di alcuni criteri territoriali. Nel dettaglio però si cercano circa 1500 addetti, i quali dovranno essere assunti attraverso un concorso ordinario. Gli altri troveranno una collocazione come personale amministrativo oppure un magistratura ma attraverso sempre delle procedure concorsuali.

Gli addetti selezionati verranno assunti a tempo indeterminato proprio per perseguire l’obiettivo di dare una certa stabilità al settore. Al momento non sono stati pubblicati i bandi di concorso. Di conseguenza non appena questi saranno disponibili, verrà chiarito come poter presentare la domanda e quali sono i requisiti richiesti. Così come succede per gli altri concorsi, anche per questo ci saranno delle prove da sostenere, da quelle scritte a quelle orali e requisiti da soddisfare. A breve, il Ministero pubblicherà tutte le informazioni utili.

Impostazioni privacy