Truffa Trenitalia che ti svuota il conto, attenzione quando compri il biglietto: il dettaglio a cui fare attenzione

La Polizia Postale lancia l’allarme: attenzione alla nuova truffa Trenitalia che ti svuota il conto. In cosa consiste e come difendersi.

Al giorno d’oggi è sempre più difficile riuscire a riconoscere e a difendersi dalle molteplici truffe online e offline in cui ogni giorno cadono tantissime persone. Complice ovviamente la tecnologia che ha certamente semplificato la vita dei malviventi, i quali riescono ormai a metter in atto delle trappole davvero sofisticate, sfruttando talvolta anche il nome di enti accreditati come Poste Italiani, Inps e i vari istituti bancari.

allarme truffa Trenitalia
Attenzione alla nuova truffa Trenitalia (Tecnozoom.it)

A tal proposito, negli ultimi giorni la Polizia Postale ha lanciato un nuovo allarme che riguarda una truffa che sfrutta proprio il nome di Trenitalia, al fine di sottrarre denaro dal conto corrente delle vittime. Ecco in che cosa consiste esattamente il tranello, come riconoscerlo e quali sono gli strumenti per difendersi.

Come abbiamo anticipato poco fa, con l’avvicinarsi del periodo natalizio che porta con sé anche un aumento degli spostamenti e degli acquisti dei biglietti del treno, la Polizia Postale ha messo in guardia i cittadini da una nuova truffa che prende di mira chi viaggia.

Truffa Trenitalia che ti svuota il conto: il dettaglio per riconoscerla e come difendersi

I malviventi hanno infatti ideato una campagna di phishing che ha come obiettivo quello di svuotare il conto corrente delle vittime con la scusa dell’acquisto dei biglietti per il treno. Purtroppo, accorgersi dell’inganno sembrerebbe essere molto difficile. Gli hacker hanno di fatto creato dei domini ad hoc e delle grafiche che riproducono fedelmente il sito ufficiale di Trenitalia, con tariffe ed orari sempre aggiornati.

nuova truffa Trenitalia
Nuova truffa Trenitalia: l’allarme della Polizia Postale (Tecnozoom.it)

“L’unico elemento che potrebbe mettere in allarme l’acquirente è l’uso della lingua inglese nella maschera proposta per l’inserimento dei dati” comunica la Polizia Postale con un messaggio volto ad informare gli italiani.

Se, però, non ci si sofferma con attenzione su questo particolare il rischio di venire truffati è davvero altissimo. Infatti, una volta digitati i dati bancari per il pagamento, questi vengono immediatamente rubati così da poter svuotare i conti correnti.

Le autorità raccomandano, quindi, di prestare la massima attenzione al dettaglio sopra riportato e all’URL del sito su cui si viene reindirizzati per l’acquisto dei biglietti prima di portare a termine la procedura. Si ricorda infine di non cliccare neppure su eventuali link, annunci pubblicitari o allegati contenuti all’interno dei presunti sms ed email truffa.

Impostazioni privacy