Digitalizzazione documenti: nel 2024 arriva IT Wallet che semplifica la vita, cos’è e come funziona

Novità importante in tema digitalizzazione documenti, con l’arrivo nel 2024 di IT Wallet: come funziona e dettagli da sapere.

Le novità che arrivano di volta in volta nel mondo della tecnologia destano sempre una certa attenzione, visto che riguardano da vicino gli utenti e coinvolgono diversi aspetti della quotidianità delle persone. Un esempio perfetto di tale discorso è rappresentato, in tal senso, proprio da IT Wallet e dagli aspetti innovativi nell’ambito della digitalizzazione dei documenti. Al riguardo infatti, nel 2024, vi sarà proprio l’arrivo di IT Wallet, il cui scopo è quello di rendere, in buona sostanza, più semplice la vita degli utenti e il rapporto con la PA.

IT Wallet in arrivo nel 2024: novità per la digitalizzazione documenti
Digitalizzazione documenti, occhio alla novità IT Wallet: cosa cambia nel 2024 – tecnozoom.it

Il nuovo sistema in questione, IT Wallet, è in arrivo nel 2024 e a lavorarci è l’esecutivo a guida Giorgia Meloni. Il suo arrivo dovrebbe rappresentare uno step in avanti di non poco conto dal punto di vista della digitalizzazione dei documenti. Il portadocumenti dunque, l’anno prossimo, diventerà del tutto digitale e lo smartphone potrà ospitare proprio i documenti, potendo quindi, per chi lo vorrà, prendere il posto di CIE e SPID.

Per meglio comprendere la novità in oggetto, è possibile definire IT Wallet come un sistema utile alla conservazione di ogni versione digitale dei documenti maggiormente rilevanti. Sarà con quest’ultimo che le persone potranno interfacciarsi, avendo a disposizione le versioni digitali dei documenti con tutti i relativi benefici, un po’ come avvenuto nel caso di SPID e CIE. Stando a quanto trapelato, basterà aspettare la prima metà dell’anno nuovo in arrivo affinché possa esser disponibile una prima versione del portafoglio digitale.

IT Wallet, occhio alla novità in tema digitalizzazione documenti: quali documenti ospiterà e quale lo scopo del Governo

Una novità rilevante, dunque, per gli utenti, quella che si lega ad IT Wallet, la cui prima versione dovrebbe arrivare già entro la prima metà dell’anno prossimo, come detto. Occorre al riguardo tener presente che non ci sarà bisogno di fare alcun download. Nessuna app da scaricare quindi, visto che il sistema verrà integrato all’interno dell’App IO, che è installata ed attiva sui telefoni di tantissimi italiani.

In arrivo nel 2024 IT Wallet: novità sulla digitalizzazione documenti, come funziona
Come funziona IT Wallet: le novità in tema digitalizzazione documenti – tecnozoom.it

Lo scopo dell’esecutivo è far si che IT Wallet possa prendere il posto di SPID e CIE, così da poter divenire il principale strumento a disposizione dell’utenza per rapportarsi con la Pubblica Amministrazione. Il Corriere della Sera, ad ogni modo, riferisce che non occorrerà abbandonare SPID e CIE per il passaggio ad IT Wallet. Occorrerà però comprendere in che modo vedranno gestiti tali due sistemi.

Per quanto riguarda i documenti che saranno contenuti nel nuovo sistema in arrivo nel 2024, questi saranno quelli dalla maggior importanza. E dunque la CIE e lo SPID, la Tessera Sanitaria e la Carta della Disabilità. Col tempo poi dovrebbe poi esservi anche un’estensione ad ulteriori documenti, come nel caso della Patente di Guida, la Tessera Elettorale e così via. Proprio come previsto in altri Paesi dell’UE in cui si trova in fase di test un sistema simile.

Impostazioni privacy