Disintossicarsi dal cellulare: queste dritte ti aiuteranno tantissimo

Il problema di dipendenza da cellulare non è diffuso solo tra i giovani. Per riuscire a disintossicarsi ci sono abitudini che possono aiutare. 

Basta guardarsi attorno per notare quanto diffusa sia diventata la dipendenza da smartphone. Adolescenti che non vanno a dormire per restare connessi sui social o persone adulte che non riescono a non immortalare ogni singolo momento della giornata. Un problema che può portare a isolarsi dagli altri e a gravi problemi di insonnia a meno che non si cerchi di disintossicarsi al più presto.

La dipendenza da cellulare è un problema serio
Per disintossicarsi dal cellulare ci sono alcune tecniche da seguire- (Tecnozoom.it)

Una delle difficoltà principali che si incontrano quando ci si promette di usare meno il telefono è il fatto di non rendersi conto di quanto tempo lo si usi. Per questo serve impostare dei limiti ben precisi ricorrendo a sveglie e allarmi per rispettarli. Alcuni social tra cui Instagram prevedono già al loro interno un sistema di allerta personalizzabile che avvisa quando è un po’ che si sta navigando al suo interno.

Un secondo trucchetto molto utile è quello di lasciare il cellulare in silenzioso in modo da non sentire le notifiche. Senza la vibrazione o gli avvisi sonori si finirà presto per dimenticarsi dello smartphone invece di sentire l’impulso di controllarlo ad ogni minimo segnale. In caso si possono disattivare almeno le notifiche delle applicazioni che si usano meno.

Costruire uno spazio apposito per disintossicarsi dal cellulare

Si dice “lontano dagli occhi, lontano dal cuore”, e non vale solo per le relazioni sentimentali ma anche per ciò che crea dipendenza. Stabilire una zona della casa dove non portare lo smartphone è un’ottima strategia per riuscire a staccarsene per qualche ora. Per esempio il salotto o la sala da pranzo, chiedendo la collaborazione dei familiari per attenersi alla regola in modo rigido.

Non è facile disintossicarsi dal cellulare
Non è semplice riuscire a staccarsi dal cellulare perciò serve porre dei limiti – (Tecnozoom.it)

Dopo aver fatto questi primi passi si può osare di più e iniziare a stabilire dei momenti del giorno in cui impostare sullo smartphone la modalità aereo. Nessun messaggio, notifica o chiamate per due o tre ore la sera o meglio ancora per tutta la notte, da dopo cena al momento del risveglio. Questo assicurerà notti di riposo senza interruzioni o la tentazione di controllare il cellulare.

Per essere ancora più sicuri di non usarlo una volta a letto si può spostare il caricabatterie dalla camera da letto a un’altra stanza. Non avendolo accanto si avrà meno la tentazione di guardarlo e per essere sicuri di alzarsi in tempo si può sempre impostare la sveglia sull’orologio.

Impostazioni privacy