Esce il primo film realizzato (parzialmente) dall’AI: continuerà la protesta negli States?

Un progetto destinato a segnare un punto di svolta in campo tecnologico ma anche cinematografico. Il primo film realizzato, in parte, con l’intelligenza artificiale è uscito il 27 novembre.

Cassandra è il titolo del primo film che ha visto, nella sua realizzazione, un’unione tra il lavoro dell’intelligenza artificiale e quello umano. Presentato per la prima volta lo scorso 19 ottobre in occasione degli Short Film Days, è stato ideato dalla Suola Holden di Torino, in collaborazione con Rai Cinema. Il progetto è uscito il 27 novembre, segnando un vero e proprio punto di svolta.

Il primo film realizzato con AI
È uscito il primo film che vede la collaborazione tra intelligenza artificiale e mente umana – TecnoZoom.it

L’intelligenza artificiale sta prendendo sempre più piede nella società. Tra chi mostra un certo timore verso le nuove tecnologie – che, se usate in maniera inadeguata, potrebbero realmente portare ad esiti disastrosi – e chi invece le acclama. Oggi l’AI viene utilizzata già in diversi ambiti, come ad esempio gli algoritmi dei social network o piattaforme come ChatGPT.

Non mancano, tuttavia, le polemiche. Basti pensare allo sciopero di sceneggiatori e attori negli Stati Uniti: i primi, dal mese di maggio, hanno interrotto il loro lavoro in segno di protesta, che ha visto poi aggiungersi i secondi da luglio. Le manifestazioni sono proseguite fino ai primi di novembre. Oltre a richiedere un aumento dei salari, i partecipanti si sono schierati pubblicamente contro il ricorso all’intelligenza artificiale, domandando una maggiore tutela.

AI e mondo del cinema: il nuovo progetto realizzato con l’aiuto di chatbot

Le proteste, negli States, hanno puntato i riflettori sull’uso dell’AI nel mondo dello spettacolo. Ciò che è stato contestato è la scansione dei volti e delle voci degli attori da parte degli Studios intenzionati ad utilizzarli nelle loro produzioni. Una prospettiva che ha fatto storcere il naso a molti: personaggi celebri come Robert Downey Jr, Matt Damon, Margot Robbie e Fran Drescher, diventata la principale esponente dello sciopero, hanno partecipato senza esitare.

La protesta degli attori negli States
Fran Drescher è diventata la principale esponente dello sciopero di attori e sceneggiatori che ha segnato l’estate negli USA – Foto Ansa – TecnoZoom.it

Come spiegato in precedenza, le proteste si sono fermate a inizio novembre, con il raggiungimento di un negoziato che ha posto un freno allo sciopero. Eppure, il tema dell’utilizzo dell’intelligenza artificiale in ambito televisivo e cinematografico non smette di far discutere. Con l’uscita di Cassandra, è stato raggiunto un nuovo livello per quanto l’applicazione di tale tecnologia nelle produzione di contenuti.

Disponibile su RaiPlay, il cortometraggio racconta di Agatha, una ragazza che frequenta la Scuola Holden, e del suo “incontro” con Cassandra. Questo è il nome di un’applicazione di AI in grado di fornire predizioni sulle vite degli utenti tramite l’analisi delle informazioni raccolte sul loro conto. Con il passare del tempo, la giovane si rende conto che le previsioni della piattaforma – che lei stessa cerca di rendere più “umana” – non si limitano ad una serie di calcoli.

Cassandra è in grado di influire sulle decisioni degli user che si rivolgono all’app. I produttori del cortometraggio, con il loro progetto, hanno tentato di sottolineare l’influenza che la tecnologia esercita sempre più nelle vite di tutti noi. E nella creazione del film, anche loro si sono affidati all’intelligenza artificiale: “In fase di scrittura gli autori hanno realizzato il chatbot dei protagonisti e lo hanno interrogato, ricavandone ispirazioni per la sceneggiatura” è stato spiegato in una nota.

Impostazioni privacy