“Firewall” di che si tratta e a cosa servono: tipologie e funzionamento, perché sono importanti

Cautela quando ci si muove online e antivirus sono la base per tenere al sicuro i propri dati, ma è necessario anche dotarsi di un firewall.

Quando a un utente viene dato in mano un computer con connessione Internet per la prima volta, le prime raccomandazioni che si fanno sono generalmente sempre le stesse: cliccare su link sconosciuti o annunci pop-up durante la navigazione è qualcosa di molto pericoloso, che può esporre il proprio computer e i propri dati a molti pericoli diversi. Sappiamo, però, che la cautela da sola non è davvero sufficiente per mantenere sicuri i propri dispositivi.

come funzionano i firewall
I firewall sono uno strumento indispensabile per tenere al sicuro i propri dati – tecnozoom.it

La prima cosa che si insegna agli utenti meno esperti è l’importanza di installare un antivirus, un software progettato per rilevare le attività dannose che si introducono all’interno del sistema. Questo, però, ancora una volta non è sufficiente, soprattutto in un’epoca in cui le minacce informatiche si evolvono a una velocità impressionante. Un altro valido aiuto per gli utenti arriva da parte dei firewall, programmi che lavorano insieme agli antivirus per fornire un approccio olistico alla sicurezza informatica.

La sicurezza online passa anche attraverso l’utilizzo di software appositi, come i firewall

In breve, un firewall agisce come un guardiano tra il computer dell’utente e un’altra rete (tipicamente internet). Agisce in pratica come un filtro che monitora gli scambi tra la rete interna e il traffico esterno. Controlla i tentativi di accesso al sistema operativo e blocca il traffico in entrata indesiderato e le fonti non riconosciute. Può essere installato sul proprio computer sia sotto forma di hardware che come software.

i firewall sono indispensabili per tenere al sicuro i propri dati
I firewall collaborano con gli antivirus per tenere al sicuro l’attività online degli utenti – tecnozoom.it

Con un firewall sul proprio computer, solo le fonti e gli indirizzi IP fidate sono ammessi. Controlla costantemente il traffico in entrata alla ricerca di elementi dannosi, come hacker e malware che potrebbero infettare il computer. Non avere un firewall significa che i dispositivi sono praticamente non protetti, il che potrebbe consentire a qualcuno di prendere il controllo del computer o della rete.

Se un criminale informatico nota l’assenza del firewall potrebbe riuscire ad entrare nel sistema e cancellare i dati dell’utente, oppure usarli per commettere furto di identità e frodi finanziarie. Molte persone, però, continuano a non capire cosa ci sia di diverso tra firewall e software antivirus.

La principale differenza è il loro scopo. I firewall sono progettati per impedire l’accesso non autorizzato controllando il flusso di dati in entrata e in uscita dalla rete, mentre il software antivirus è progettato per rilevare le attività dannose che si trovano all’interno del sistema. Combinando i due software, aziende e privati possono proteggersi dalle minacce esterne e interne.

Impostazioni privacy