iPhone 16, ancora in pochi lo sanno: la clamorosa indiscrezione lascia tutti a bocca aperta

Apple non vuole rimanere indietro rispetto ai suoi competitor e sta sviluppando un iPhone 16 che lascia tutti a bocca aperta.

Si alzerà l’asticella in un 2024 pronto ad arrivare per rivoluzionare il mondo della telefonia. Google ha lanciato la prima sfida con i suoi Pixel 8 (e 8 Pro) con l’introduzione di funzionalità proprie dell’Intelligenza Artificiale generativa.

iPhone 16, ancora in pochi lo sanno
iPhone 15 Pro e la Dynamic Island presente su tutte e quattro le versioni – foto fonte apple.com – tecnozoom.it

Samsung risponderà subito, a inizio del nuovo anno: entro gennaio i Galaxy S24 ci diranno se quell’asticella è rimasta lì, dove l’ha messa Google, oppure se il colosso di Seoul l’avrà alzata. Apple non vuole rimanere indietro rispetto ai suoi competitor. E si è già mossa.

Non si spiega altrimenti i milioni di dollari spesi dal gigante di Cupertino per sviluppare un AI degna del miglior ChatGPT, semplicemente l’argomento più cercato su Wikipedia, con oltre 49 milioni di pagine visualizzate. Ma le novità sull’iPhone 16 non saranno solo quelle sull’Intelligenza Artificiale.

iPhone 16, quante novità da Apple: una clamorosa indiscrezione le batte tutte

iPhone 16 dalle diagonali più grandi, almeno nelle versioni più costose (una portata a 6,3 pollici l’altra a 6.9”), quell’esclusivo zoom ottico Tetraprism 5x proprio dell’iPhone 15 Pro Max adattato all’iPhone 16 Pro, il tutto in mano a LG Innotek (e non Jahwa Electronics), che si è dimostrato più stabile e con meno problemi di resa e qualità. Ma questa anticipazioni erano nell’aria già da un po’. Grazie al noto Ming-Chi Kuo, si sale di livello.  Si prevede, infatti, che la prossima serie iPhone 16 di Apple presenterà un aggiornamento significativo nelle specifiche del microfono per migliorare l’esperienza di Siri.

iPhone 16, la clamorosa indiscrezione
Apple, alcuni dei miglioramenti apportati sull’iPhone 15 Pro – foto fonte apple.com – tecnozoom.it

Un update che diventerà upgrade per fornitori di microfoni per iPhone 16 AAC e Goertek. Di questo Ming-Chi Kuo ne è talmente sicuro, che ha messo tutto nero su bianco. Kuo prevede che “l’ASP dei microfoni per ciascun iPhone 16 sarà superiore almeno del 100-150% rispetto a quello dell’iPhone 15“. AAC Technologies, che ha una scala di entrate più piccola, potrebbe trarre maggiori benefici dall’aggiornamento. L’indiscrezione, per certi versi clamorosa, certamente in controtendenza rispetto agli ultimi anni dove Apple ha preferito concentrare tutte le macro novità negli iPhone Pro, è che la configurazione del microfono aggiornata, sempre secondo il noto analista, dovrebbe arrivare su tutti i modelli di iPhone 16.

Avrà un migliore rapporto segnale-rumore (SNR) come specifica chiave per “migliorare significativamente l’esperienza Siri”, oltre a una migliore resistenza all’acqua. Kuo è convinto perfino che questi cambiamenti “potrebbero indicare che Apple preveda di integrare più funzionalità AI/AIGC in Siri come punto chiave di vendita dell’iPhone 16”. Insomma, Google e Samsung chiamano, Apple con gli iPhone 16 risponderà: presente!

Impostazioni privacy