Microsoft, arriva l’annuncio che tutti aspettavano: ecco quando Copilot sarà disponibile in Italia

Grandi manovre dei big tech per l’invasione dell’AI sui device. Microsoft, arriva l’annuncio: ecco quando Copilot sarà disponibile in Italia.

Parola d’ordine: intelligenza artificiale. Se poi sarà IA all’italiana, o AI per gli anglofoni, fa lo stesso. Chiamatela un po’ come volete, sarà l’assoluta protagonista di un 2024 ormai alle porte, che partirà proprio all’insegna dell’intelligenza artificiale sui cellulari.

Microsoft, arriva l'annuncio che tutti aspettavano
Copilot, assistente AI di Microsoft – foto fonte_ microsoft.com – tecnozoom.it


Samsung si accoda a Google
, che già ha iniziato con la fruizione di funzionalità AI sui Pixel 8 e 8 Pro: a gennaio i Galaxy S24 infiammeranno la corsa frenetica all’intelligenza artificiale più performante, ovviamente anche Apple sta sviluppando la sua IA: gli effetti si potranno vedere molto probabilmente con l’avvento degli iPhone 16.

Nel frattempo anche Microsoft sgasa in questa direzione: dopo ChatGPT e Bard, è in arrivo Copilot, un programma di IA operante nel cloud per assistere gli utenti degli ambienti di sviluppo integrato (IDE) di Visual Studio Code, Visual Studio, Neovim e JetBrains mediante l’autocompletamento del codice.

Microsoft Copilot, primi numeri molti interessanti: importante quel +29%

Disponibile su abbonamento per singoli sviluppatori, fu annunciato per la prima volta nel 2021, ora è stato ottimizzato per i linguaggi di programmazione Python, JavaScript, TypeScript, Ruby e Go. Microsoft, naturalmente, non resta a guardare gli altri competitor: l’AI generativa sta trasformando troppo il panorama competitivo globale accelerando il cambiamento tecnologico e aprendo a nuovi scenari di crescita economica e sviluppo sociale. Da Redmond nessuno sta con le mani in mano.

Microsoft, ecco quando Copilot sarà disponibile in Italia
Microsoft Copilot, tutte le aziende che lo stanno già usando – foto fonte microsoft.com – tecnozoom.it

Dall’inizio di novembre il suo Copilot (per Microsoft 365) è generalmente disponibile per super aziende del calibro di Visa, BP, Honda, Pfizer e Chevron, nonché partner come Accenture, EY, KPMG, Kyndryl e PwC. E i primi dati forniti da Microsoft sono molto interessanti.

Il 77% delle persone che hanno utilizzato il copilot ha affermato di non voler rinunciarvi, il 70% ha affermato che Copilot li rende più produttivi, Il 68% assicura che ha migliorato la qualità del proprio lavoro. Ma soprattutto viene aumentata la velocità della produzione di lavoro del 29% in una serie di attività. Questo almeno negli Stati Uniti.

In Italia l’intelligenza artificiale generativa di Windows 365 Copilot è finalmente sbarcata in Italia, ma solo parzialmente, nel secondo che ad oggi solo attraverso i piani Enterprise E3 ed E5, fruibile soltanto per le grandi aziende. Il tutto fa parte della strategia Microsoft si di mettere a disposizione pian piano il Copilot per tutti.

Impostazioni privacy