Per Natale regalati questo enorme mecha perfettamente guidabile, ma ti conviene risparmiare da subito

Servirà risparmiare parecchio per poter acquistare questa enorme mecha. Si può trovare sul mercato anche guidabile

Ci siamo abituati a vederla nelle varie illustrazioni futuristiche che venivano effettuate per fumetti o cartoni animati, ma oggi è divenuta una pura realtà. Cosa ancor più strepitosa è che ognuno di noi, al momento, ha l’opportunità di poterne acquistare una per poterci fare ciò che più ci aggrada.

Mecha regalo
Mecha vera sul mercato (Youtube – ツバメインダストリ株式会社) Tecnozoom.it

Potrebbe essere un’ottimo regalo per Natale, ma questa mecha ha un prezzo non proprio abbordabile e adatto a chiunque. Ci vorrebbe un bell’impegno nel poter risparmiare per quel periodo o, magari, per il Natale del prossimo anno. Di certo, acquistare un prodotto del genere non è di fondamentale importanza, ma può essere un articolo adatto ai diversi collezionisti del settore che vogliono metterla in mostra dove più gli fa piacere.

Sicuramente, si farà una bellissima figura, anche perché le sue dimensioni sono imponenti e non parliamo dei soliti giocattoli che vogliono imitarla. Insomma, una vera e propria mecha adatta a chiunque e in grado, anche, di poter andare incontro a diverse esigenze di chi l’acquisterà, anche perché è perfettamente guidabile e manovrabile dal suo interno. Effettivamente, è alta ben 4,5 metri e sembra potersi muovere in ogni modo possibile e immaginabile.

Un affare sconvolgente

Si chiama Archax, ha due modalità di trasporto e prende il nome dall’archeopteryx. Si può trasformare facilmente dalla modalità robotica a quella di trasporto ed è da ora disponibile per poter esser preordinata. A metterla in vendita è stata una startup giapponese, la quale è supervisionata da parte dell’inventore Ryo Yoshida, appena 25enne. Pesa 3,5 tonnellate e ha il costo di 3 milioni di euro circa, quindi non adatta proprio a chiunque.

Robot acquistabile
Robot guidabile realmente (Youtube – ツバメインダストリ株式会社) – Tecnozoom.it

La sua imponenza, però, mette in chiaro il motivo di tale valore, anche perché si tratta di un mezzo ultra tecnologico e capace di compiere le più svariate azioni. Insomma, un colosso che sembra atterrato sul pianeta terra dal futuro e che prende il nome, invece, da un dinosauro con le ali del passato, ovverosia l’archeopteryx.

Yoshida ha anche rilasciato delle dichiarazioni, rintracciabili sul sito popsci.com, in cui afferma le seguenti parole: “Volevo creare qualcosa che riportasse al Giappone e alle sue ottime attività nel mondo dell’animazione, della robotica e dei giochi”.

La struttura è stata montata con elementi in acciaio e ferro e per poter entrare nell’abitacolo vi è la necessità di salire con una piccola scala. Sono ben 9 le telecamere collegate al mezzo e che permettono di compiere varie azioni, roba da far rabbrividire per l’uso che se ne può fare, specialmente in senso negativo.

Impostazioni privacy