Tecnologia click-to-call: innovazione al servizio dell’utente

Com’è possibile collegare direttamente i bisogni dei consumatori alle soluzioni delle aziende? Fra le tante opzioni tecnologiche elaborate negli ultimi anni, il click-to-call (CTC) si è affermato come un punto di riferimento per molte compagnie.

Giovane uomo con cuffie che effettua una telefonata con click to call

Questa soluzione, che permette agli utenti di effettuare chiamate telefoniche direttamente da un sito web o tramite app, crea un ponte tra il mondo digitale e quello della comunicazione più antica della storia umana, ovvero quella vocale.

In questo testo, vedremo più da vicino come funziona il click to call, quali sono i vantaggi che può offrire, alcuni casi d’uso e i dettagli più tecnici.

Come funziona il click-to-call

Dal lato dell’utente, la procedura da seguire è molto semplice. Cliccando su un numero di telefono presente su un sito web o un’app mobile, si invia una richiesta al server, che a sua volta stabilisce la connessione con il numero desiderato. La chiamata viene poi instradata al destinatario.

Il funzionamento si fonda su tecnologie complesse come WebRTC (Web Real-Time Communication) per la comunicazione diretta tra browser e app, e del protocollo SIP (Session Initiation Protocol) per la gestione delle sessioni multimediali.

Pro del click-to-call

Il click-to-call offre diversi vantaggi sia agli utenti sia alle aziende:

  • Convenienza: gli utenti possono effettuare chiamate senza dover inserire manualmente il numero di telefono.
  • Efficienza: le aziende possono incrementare l’engagement dei clienti e le conversioni di vendita, fornendo un metodo di contatto diretto.
  • Scalabilità: questo sistema può essere integrato abbastanza semplicemente su siti web e app già esistenti.

Casi d’uso del click-to-call

Il click-to-call trova applicazione in diversi contesti, tra cui:

  • Pagine di contatto: fornisce un sistema semplice per contattare l’azienda.
  • E-commerce: permette ai clienti di effettuare acquisti e fare eventuali domande senza dover lasciare il sito, non venendo reindirizzati a un supporto esterno.
  • Pagine di supporto: per offrire assistenza immediata ai clienti che hanno dubbi riguardo a prodotti o servizi.
  • Campagne di marketing: aumenta le vendite, incoraggiando le persone a chiamare.

Ulteriori benefici del click-to-call

  • Riduzione dell’abbandono delle chiamate: si azzerano quasi totalmente i casi di persone che desistono dal chiamare, per la difficoltà di inserire manualmente i numeri.
  • Maggiore soddisfazione del cliente: gli utenti apprezzano la comodità del click-to-call, a tutto vantaggio della customer experience.
  • Aumento dei tassi di conversione: questa soluzione si è dimostrata capace di convertire più visitatori in clienti (l’aumento in fatturato legato a questa tecnologia è stato misurato in oltre 7 miliardi di dollari nel 2016).

Dettagli tecnici del click-to-call

Il click-to-call si basa sul WebRTC. Acronimo di Web Real-Time Communications, è una tecnologia open source che consente di stabilire comunicazioni in tempo reale, come chiamate audio e video, direttamente dal proprio browser di navigazione senza la necessità di installare plugin o altri software aggiuntivi.

Un altro componente fondamentale per il suo funzionamento è SIP:, acronimo di Session Initiation Protocol, è un protocollo di rete di controllo a livello applicativo (Application Layer Protocol) utilizzato per creare, modificare e chiudere sessioni tra uno o più partecipanti.

La funzionalità click-to-call può essere integrata tramite varie metodologie, fra cui librerie JavaScript e servizi di terze parti.

Note finali

Riassumendo quanto detto finora, nonostante la strana scelta di Google di rimuovere questa funzione su Android, il click-to-call si è dimostrata in diverse occasioni una tecnologia di grande valore per aziende di tutte le dimensioni.

Speriamo che questo articolo sia stato utile a fare luce sull’argomento, stimolando il lettore ad approfondire ulteriormente la questione!

Impostazioni privacy