Ecco le app che rubano i tuoi dati senza permesso: sicuramente le hai quasi tutte, attenzione ai danni

Ci sono alcune app che rubano i vostri dati senza permesso. Ecco quali sono, probabilmente le avete quasi tutte sul vostro smartphone.

Al giorno d’oggi, la sicurezza quando si tratta di navigare in rete è uno degli aspetti ai quali bisogna prestare più attenzione. Continuano ad emergere nuove segnalazioni in merito ad attacchi mirati da parte di hacker e cybercriminali, che puntano a rubare dati sensibili e finanziari degli utenti in maniera furba.

Queste sono le app che rubano più dati degli utenti
App per smartphone, queste rubano i vostri dati sensibili – (Tecnozoom.it)

Una delle principali preoccupazioni riguarda proprio la diffusione di virus e malware tramite applicazioni nocive sugli store disponibili online, come l’App Store di iOS e il Play Store di Google. Secondo un recente studio, sono queste in particolare le app che rubano i vostri dati senza il permesso. Probabilmente le avete quasi tutte già installate, state molto attenti e nel caso cancellatele per non incappare in pesanti conseguenze.

App che rubano i vostri dati senza permesso: ecco quali sono, cancellatele subito

C’è una lunga serie di app disponibili sia su iPhone che su Android che sono parecchio diffuse e rubano i vostri dati senza permesso. State molto attenti e nel caso prendete le dovute precauzioni, così da non rischiare pesanti conseguenze per la vostra sicurezza in rete (e non solo). L’ultima ricerca effettuata da NordVPN parla chiaro, i numeri sono impietosi e dovrebbero far scattare un campanello d’allarme.

I numeri sulle app che rubano dati su Android e iPhone
La ricerca di VPN sulle app per smartphone che rubano più dati – (Tecnozoom.it)

Pare infatti che l’87% delle app Android e il 60% delle app per iPhone richiedano permessi non necessari per le loro finalità specifico. Un dato in costante crescita e che riguarda alcune tra le categorie più maggiormente sfruttate dagli utenti. Figurano per esempio le app social, quelle di messaggistica, di navigazione e per il dating.

In media, le piattaforme social richiedono 10 permessi superflui, quelle di navigazione 9 e quelle per il dating 6. A livello geografico, sempre stando alla ricerca di NordVPN, l’Estremo Oriente è la zona più a rischio a livello di privacy. Hong Kong e Taiwan occupano i primi posti nella speciale classifica dove ci sono più app per Android e iOS che “rubano” dati non necessari. E subito dopo i servizi Android di Giappone e Singapore.

Per risolvere subito, i consigli forniti dal team di esperti prevedono innanzitutto una lettura dell’informativa sulla privacy di ogni singola app prima di effettuare il download. Sarebbe poi bene limitare i permessi sulla posizione e non registrarsi automaticamente con i profili social. Infine, provvedete ad eliminare tutte le app che non utilizzate, così da evitare possibili rischi in futuro.

Impostazioni privacy