Truffe online: quali sono quelle più comuni e come evitarle

Quali sono le truffe online più comuni, come riconoscerle e come difendersi: trucchi e consigli per non farsi fregare.

Negli ultimi anni le truffe online sono aumentate drasticamente. Oltre ai classici tranelli dei finti tecnici telefonici o del gas e della luce che cercano di intrufolarsi a casa nostra, si sono aggiunte anche tutte quelle trappole che sfruttano Internet come terreno d’azione.

Truffe online più comuni
Quali sono le truffe online più comuni- Tecnozoom.it

Ecco perché riuscire a riconoscere queste truffe e a difendersi da esse è diventato sempre più difficile. A tal proposito, però, è possibile individuare alcuni degli inganni più comuni in modo tale da tenere gli occhi bene aperti ed evitare di farsi cogliere impreparati.

Nei prossimi paragrafi infatti andremo ad elencare i tentativi di truffa più ricorrenti così da riuscire a smascherare la maggior parte dei malintenzionati.

Quali sono le truffe online più comuni e come riconoscerle

Come abbiamo anticipato poco fa, al giorno d’oggi non è facile riuscire a riconoscere le innumerevoli truffe online che popolano il web. Tuttavia, analizzando meglio le principali casistiche è possibile acquisire qualche strumento in più per difendersi.

Quali sono truffe online più comuni
Le truffe online più comuni: come riconoscerle- Tecnozoom.it
  • Acquisti online: possono avvenire tramite interi siti web fraudolenti oppure all’interno di siti legittimi come eBay, Facebook o Instagram. Nel primo caso un campanello d’allarme potrebbe scattare se nella barra dell’URL leggi “Non sicuro”.
  • Phishing: potresti ricevere una email, un sms o una telefonata fasulla, ma che in apparenza sembrerebbe provenire da una fonte sicura come la banca, la posta o addirittura l’Inps o l’Agenzia delle Entrate. Il contenuto può indurti a fornire dati sensibili, ma ricorda che nessun ente pubblico o privato ti chiederà mai di comunicare informazioni riservate telefonicamente.
  • Siti di incontro: il truffatore finge di essere qualcun altro per far innamorare la vittima e poi spingerla a donargli del denaro con la scusa di un’emergenza o di un problema magari famigliare o di salute. Può sembrare scontato, ma non bisognerebbe mai dare soldi a chi non si è mai visto di persona.
  • Finta raccolta fondi: fa leva sul lato emotivo delle persone, inventando una causa che non esiste. Prima di dare soldi in beneficienza è sempre consigliato informarsi accuratamente sull’ente a cui si è deciso di donare.
  • Pagamento anticipato: spesso i truffatori fingono di essere funzionari di alto rango e offrono grandi somme di denaro a chiunque possa aiutarli. Per fortuna questi tranelli sono facilmente individuabili poiché basati su storie piuttosto assurde.
  • Falsi annunci per diventare ricchi: consistono in finte offerte di lavoro che promettono di fare soldi facili in poco tempo. Ricorda che non esiste un sistema per arricchirsi senza sforzi e sacrifici.

Come difendersi

Per difendersi da queste truffe il consiglio è quello di prendere dimestichezza con le principali tipologie di inganno e informarti bene sul mittente prima di dare soldi o fornire dati sensibili a terze parti. Inoltre, tieni sempre al sicuro le tue informazioni riservate e fai molta attenzione quando fai acquisti online.

Non dimenticarti, infine, di controllare le impostazioni sulla privacy su tutti i tuoi dispositivi e guarda con occhio critico ad offerte online, lotterie e sistemi incredibili per diventare ricco.

Impostazioni privacy