Acquisto auto usata con Legge 104: tutte le agevolazioni e i requisiti richiesti

Le possibilità per i titolari della legge 104 di acquistare di un’automobile, il caso di un autoveicolo usato.

La norma prevede che i titolari di riconoscimento della legge 104 possano acquistare, con determinate agevolazioni iva e detrazioni fiscali, delle vetture per gli spostamenti personali e dei loro familiari. In particolare, sono necessari dei requisiti fisici attestati con accertamento sanitario. Si tratta di ridotte o impedite capacità motorie permanenti, di gravi limitazioni alla deambulazione, di disabilità psichiche e fisiche che determinano l’indennità di accompagnamento.

Disabili, vantaggi fiscali per auto usate
Disabile alla guida, detrazioni per le auto – (Tecnozoom.it)

Hanno diritto alla agevolazioni di natura fiscale anche i non vedenti, gli ipovedenti gravi e le persone affette da sordità congenita. Anche i familiari di un disabile con i requisiti elencati hanno diritto alle detrazioni, purché conviventi con la persona disabile che risulta fiscalmente a carico dei familiari stessi. I benefici fiscali consistono nell’iva agevolata al 4% e nella detrazione fiscale Irpef del 19% della spesa sostenuta, in dichiarazione dei redditi.

Auto usata benefici fiscali per i titolari della legge 104?

A questo punto occorre una precisazione importante: le agevolazioni iva e le detrazioni Irpef non sono fruibili soltanto per le auto di nuova immatricolazione, ma anche per i mezzi acquistati usati con precise condizioni da rispettare. L’acquisto infatti non può essere effettuato tra privati.

Auto usata, benefici 104
Mobilità disabili, i benefici per l’acquisto di un veicolo usato – (Tecnozoom.it)

La vettura utilizzata deve essere comprata attraverso un concessionario, in caso contrario i benefici fiscali non sono concessi. Non soltanto, in caso si scelga un mezzo usato occorre tenere presente delle specifiche caratteristiche tecniche nell’acquisto. Il mezzo deve possedere una cilindrata massima di 2.000 centimetri cubi,  se a benzina; 2.800 centimetri cubi se diesel o ibrida; una potenza non superiore a 15 kW se con motore elettrico.

Inoltre il veicolo non deve avere più di 9 posti, compreso quello del conducente. L’automobile comprata con queste condizioni non può essere rivenduta prima che siano passati 2 anni dall’acquisto. Da ricordare che le spese sostenute devono essere sempre dimostrabili con una documentazione attendibili.

La spesa deve essere intestata alla persona disabile o al familiare che l’ha sostenuta. Lo stesso discorso si deve fare per l’iscrizione del mezzo al Pubblico Registro Automobilistico (PRA): i dati anagrafici del proprietario del mezzo devono essere esclusivamente quelli del disabile o del familiare che lo ha a carico dal punto di vista fiscale.

Non tutti i veicoli rientrano in quelli per i quali sono previste le agevolazioni. I mezzi consentiti sono le autovetture, i veicoli destinati al trasporto di persone in condizioni particolari, muniti di attrezzature speciali, le motocarrozzette, i motoveicoli a 3 ruote per trasposti di persone, i veicoli per trasporti promiscuo con 9 posti, compreso il conducente.

Impostazioni privacy