Arriva il Bonus straordinario in busta paga: spetta a questi lavoratori

Bonus straordinario in busta paga, spetta a questi lavoratori. Ecco quali nello specifico.

In arrivo in busta paga un bonus straordinari per questi lavoratori. Il Governo ha deciso di aiutare quante più persone possibili, visto il momento di grande difficoltà che stiamo tutti vivendo. In questo momento si sta sempre più parlando del bonus straordinari in busta paga che potrebbe rappresentare una soluzione, pensata dal Governo Meloni per contrastare la crisi delle corsie degli ospedali italiani.

Arriva il Bonus straordinario in busta paga
Bonus straordinario- Foto: Ansa.it- Tecnozoom.it

 

Il Governo mira ad incentivare gli straordinari, riducendo l’aliquota Irpef. Piuttosto che assumere, quindi, il governo ha puntato a far lavorare di più i dipendenti che ci sono già. Anaao ha cercato di far chiarezza e capire quale potrebbe essere il guadagno per i medici italiani.

Bonus straordinario in busta paga, come funziona?

Il Governo starebbe pensando di introdurre una specie di flat tax, ovvero un’aliquota Irpef fissa ma soprattutto che possa essere uguale per tutti e per le ore di lavoro straordinario. A parlare in questi giorni è stato Piero Di Silverio, il segretario di Anaao, il quale ha stimato quali potrebbero essere gli effetti della flat tax sugli straordinari.

Arriva il Bonus straordinario in busta paga
Arriva il Bonus straordinario in busta paga- Foto: ansa.it- Tecnozoom.it

 

A tal proposito va fatta una precisazione, ovvero che gli straordinari vengono retribuiti con i fondi di risultato in alcuni casi ed in altri con la produttività aggiuntiva. Si stima che da contratto, alle Asl il minimo sia di 60 euro l’ora in alcune Regioni, 100 euro per altre. In genere si calcolano circa 8 ore a settimana di straordinari per un totale di 480 euro in più che equivale ad un netto di circa 240 euro.

Ad Anaao questo bonus straordinari non sembra piacere. Questo bonus straordinari in busta paga non è però limitato solo ai medici ma spetterebbe a tutto il personale contrattualizzato con il Ccnl Sanità. Anche agli infermieri quindi spetterebbe questo bonus.

Per gli infermieri, un’ora di straordinario sarebbe retribuita a 17 euro per i turni diurni feriali, 22 euro per i festivi e notturni. Così come spiegato da Cgil Funzione Pubblica, fare una media di quelle che sono le ore di straordinario effettuate dagli infermieri presenti sul territorio è davvero molto difficile. Ad ogni modo è possibile fare un esempio, prendendo come media quella fissata per i medici, ovvero 8 ore settimanali.

Con una retribuzione minima, si stima che l’entrata settimanale lorda sia di 136 euro, con un’aliquota del 15%, che corrisponderebbe a 120 euro netti. Sicuramente nelle prossime settimane avremo altre informazioni al riguardo.

Impostazioni privacy