Con la fine del mercato tutelato tutto cambia: cosa sapere per scegliere il miglior fornitore di energia elettrica

Il mercato tutelato sta per finire, ecco come cambia il mondo delle forniture di energia elettrica. Tutto ciò che devi sapere per scegliere al meglio chi dovrà emettere le tue fatture della corrente elettrica.

Il mercato di maggior tutela sta per terminare e questa volta sembra che non ci saranno ulteriori proroghe. Sembrava tutto fatto all’inizio del 2020, ma la pandemia mondiale ha spostato altrove gli interessi del governo e, di conseguenza, ha rimandato qualsiasi decisione. Adesso sembra che tutto sia pronto per entrare, in maniera definitiva e totale, all’interno del mercato libero. Ma cosa cambierà veramente per gli utenti? Qualcuno resterà senza fornitura?

Bolletta corrente elettrica
Come cambia la tua bolletta (tecnozoom.it)

Vogliamo tranquillizzarti su questo argomento: nessuno resterà senza corrente a casa. Se hai una fornitura con il mercato di maggior tutela, dovrai scegliere un’azienda del mercato libero entro una data prestabilita, altrimenti finirai nel pacchetto di clienti fatturati attraverso il servizio di ultima istanza. Sarai comunque all’interno del mercato libero, ma con tariffe “speciali”, tendenzialmente più alte rispetto a quelle che puoi trovare in promozione. Tra poco ti spiegheremo tutto ciò che dovrai fare quando terminerà il mercato di maggior tutela.

Cosa cambia con la fine del mercato di maggior tutela

L’abolizione del mercato di maggior tutela ha l’obiettivo di rendere più competitivi i vari fornitori del mercato libero. Questa nuova frontiera del mercato dell’energia elettrica dovrebbe portare ad una maggiore offerta per i potenziali clienti, i quali dovrebbero essere attratti dalle promozioni al ribasso. La prima cosa che devi sapere, se hai sempre avuto un fornitore del mercato di maggior tutela, è che da oggi dovrai essere più dinamico. La maggior tutela varia il prezzo ogni trimestre ed ha soltanto la tariffa bioraria. Nel mercato libero potrai trovare offerte di tutti i tipi.

Mercato libero o tutelato
Risparmiare con il mercato libero (tecnozoom.it)

Offerte con una sola tariffa (monoraria), due tariffe (bioraria), tre tariffe (trioraria) e pacchetti forfettari. Nel mercato libero puoi trovare davvero di tutto. Sappi che i fornitori si fanno concorrenza soltanto per quanto riguarda la quota energia, quindi tutto ciò che riguarda tasse e accise continuerà ad essere uguale a prima. Cambierà il prezzo della materia prima e la quota mensile che ogni fornitore applica, in questo momento di circa 12 euro al mese per quasi tutte le aziende che operano nel mercato libero.

Le proposte commerciali sono limitate nel tempo, quindi dovrai fare attenzione a non far scadere la tua promozione e a cambiare prima di passare al prezzo pieno, di solito meno vantaggioso di quello proposto un anno prima. Ecco perché dovresti segnare nella tua agenda quando sarà necessario dare un’occhiata al mercato e provare a trovare una nuova offerta. Sappi che, se vuoi cambiare fornitore, potresti essere costretto ad aspettare anche due mesi, quindi muoviti in anticipo. Chi riuscirà ad essere più dinamico risparmierà di più, è questa la prima regola del mercato libero. Adesso lo sai.

Impostazioni privacy