Liste d’attesa in ospedale, non dovrai aspettare più: l’invenzione che cambierà (per sempre) la sanità

Sei nella lista d’attesa dell’ospedale? Non succederà più: una nuova invenzione rivoluzionerà la Sanità pubblica.

Ognuno di noi spera di non avere mai a che fare con gli ospedali, ma capita invece di averne bisogno, non necessariamente per delle cose gravi. La Sanità italiana, in questo preciso momento storico, non è per niente in buona salute; nonostante tutti gli sforzi del personale sanitario e medico non si riescono a smaltire le liste d’attesa per gli interventi ma non solo, ci vogliono molti mesi anche per avere una visita specialistica! Mancano le risorse per fare nuove assunzioni sia di medici che di infermieri e a volte scarseggiano anche le attrezzature per la diagnostica, senza contare il divario che esiste fra Nord e Sud della penisola.

Nuova invenzione per la chirurgia eliminerà le liste d'attesa negli ospedali
Devi essere operato ma sei in lista d’attesa? Non succederà più-nuova invenzione per la chirurgia-tecnozoom.it

Nonostante tutti i problemi relativi alle risorse economiche carenti, il servizio sanitario in qualche modo funziona; d’altra parte l’abbiamo visto anche nel periodo della pandemia quanto siano stati preziosi i medici ed il personale infermieristico nel dare assistenza a tutti facendo anche turni di lavoro disumani. Quando però finiamo in una lista d’attesa per un intervento chirurgico ci lamentiamo! Effettivamente attendere di essere chiamati per l’operazione ci reca più ansia che l’intervento stesso ma una soluzione si è trovata grazie ad una donazione e ad una nuova invenzione in campo chirurgico.

Ecco l’invenzione che ridurrà le liste d’attesa degli ospedali per gli interventi chirurgici.

Grazie ad una nuova invenzione, donazione dalla Cassa di Risparmio di Imola, si cercherà di risolvere l’annoso problema delle liste d’attesa per gli interventi chirurgici: un sistema robotizzato per la chirurgia che si chiama “Da Vinci Xi” già attivo in un ospedale dell’Emilia Romagna. La chirurgia generale e l’urologia sono le due branche che utilizzeranno questa tecnologia in sala operatoria, inizialmente su casi selezionati ma si arriverà poi, pian piano, ad estendere a tutti i pazienti che ne avranno bisogno; occorrerà infatti anche una formazione per i medici. Di certo diminuirà i numeri delle liste d’attesa.

Nuovo robot chirurgico eliminerà le liste d'attesa per gli interventi
Da Vinci Xi: nuovo robot per gli interventi che eliminerà le liste d’attesa negli ospedali-tecnozoom.it-foto ansa.it

Il robot riproduce gli stessi movimenti del polso umano, in più ha la possibilità di rotazione di quasi 360° quindi può fare gesti che non sarebbero possibili ad un essere umano. I vantaggi saranno molti: l’intervento avrà delle incisioni minime e diminuzione del dolore post operatorio, inoltre le perdite di sangue sono molto limitate rispetto agli interventi tradizionali evitando così le trasfusioni. Ma non basta, le probabilità di infezioni saranno ridotte come ridotto sarà il periodo di degenza del malato perché i tempi di recupero saranno più brevi.

Anche il chirurgo che effettua l’operazione avrà dei vantaggi: il campo operatorio è visualizzato in alta definizione ed è tridimensionale e il robot riesce a contenere anche eventuali tremori di chi opera riducendo quindi anche lo stress fisico. Per ora Da Vinci Xi è operativo nelle aziende sanitarie tra Imola e Bologna ma speriamo che presto venga introdotto in tutte le realtà sanitarie pubbliche italiane.

 

 

Impostazioni privacy