Basta disperarsi per il cavo del caricabatterie rotto! I 5 trucchi per evitare questo problema

Ritrovarsi di colpo con il cavo del caricabatterie rotto è una grossa seccatura, ma ci sono ben cinque modi per evitare che succeda. 

Uno smartphone nuovo si sceglie resistente ed efficiente per far sì che si riveli un buon investimento e che duri nel tempo. Purtroppo lo stesso non si può dire per il cavo del caricabatterie che invece può rompersi facilmente se non si fa attenzione. Lo si arrotola o lo si mette via senza una custodia e così la guarnizione o il connettore si rovinano in poco tempo.

Il cavo del caricabatterie si rompe facilmente
Bisogna adottare alcuni accorgimenti perché il cavo del caricabatterie non si rompa. – (tecnozoom.it)

Invece di piangere quando ormai è troppo tardi però esistono ben cinque strategie per rendere più resistente e sicuro il caricabatterie. In questo modo anche in viaggio si potrà stare tranquilli e non dover correre a procurarsene un altro.

Uno dei più noti è quello di utilizzare una piccola molla metallica per ricoprire il cavo soprattutto per la parte più vicina al connettore. Senza doverne comprare una appositamente basta smontare una biro esaurita e usare quella del meccanismo interno per far scattare la punta.

Rinforza il cavo del caricabatterie e non si romperà più

In alternativa si può prendere il nastro isolante e fare qualche giro attorno alla guaina. Molti lo fanno quando ormai le fibre interne sono esposte ma è meglio prevenire e farlo finché il cavo è ancora nuovo e integro.

I cavi caricabatterie vanno tenuti con cura
Per evitare di doverne ricomprare bisogna tenere bene i caricabatterie. – (tecnozoom.it)

Dopo queste due soluzioni a buon mercato e semplici da applicare si può passare a quelle più creative. Visto che la molla o il nastro isolante potrebbero a loro volta non durare tanto esistono dei rinforzi in gomma studiati su misura per i cavetti. Si chiamano “cable saver” e si trovano facilmente su Amazon o su AliExpress e costano circa 50 centesimi a pezzo.

Oltre alla gomma anche i fili di plastica o il silicone dei lacci da scarpe possono essere usati per creare a mano un rivestimento simili per i cavi. Bisogna solo intrecciarli strettamente in modo da ricoprire come un’armatura la zona più delicata del caricabatterie. Chi da piccolo si divertiva a creare i ciondoli scooby-doo non dovrebbe avere difficoltà a ottenere il giusto rivestimento.

Infine una soluzione che i più giovani apprezzeranno di sicuro prevede l’uso dei Protector. Si tratta di pupazzetti di gomma di varie forme che presentano un foro interno per farci passare il cavo. Il foro va dalla “bocca” dell’animaletto fino alla coda, e proteggono il cavo da movimenti indesiderati e dal peso della gravità.

Impostazioni privacy