Videochiamate addio, il famoso social taglia il servizio: utenti spiazzati dalla novità

La decisione spiazzerà milioni e milioni di utenti in tutto il mondo la decisone non poteva essere rimandata: i motivi sono gravissimi.

Durante gli anni della pandemia, i social hanno conosciuto un gigantesco boom: sono infatti stati moltissimi gli utenti che hanno cominciato a utilizzarli in maniera massiccia per riuscire a rimanere in contatto con i propri cari nonostante le limitazioni agli spostamenti.

stop videochiamate social chiude
Non sarà più possibile videochiamare tramite un famosissimo social -tecnozoom.it

Oltre a questo, però, i social hanno svolto anche un’altra funzione sociale importantissima, aiutando milioni di persone ad affrontare la solitudine imposta dalla situazione e soprattutto a conoscere nuove persone in totale sicurezza.

Il problema è che non tutte le interazioni via social sono state sicure, sia nel periodo della Pandemia sia ovviamente prima e dopo. La situazione è diventata assolutamente insostenibile per uno dei social più longevi e più famosi del mondo, che contava oltre 75 milioni di accessi al mese da tutto il mondo.

Addio videochiamate: l’ombra delle molestie sui minori

Entrare in contatto con sconosciuti di ogni parte del mondo può essere estremamente positivo e stimolante ed era stata proprio questa l’idea alla base della nascita di Omegle, creato nel 2009 da un diciottenne americano di nome Leif K-Brooks.

stop videochiamate social chiude
Gravissime le accuse contro il social Omegle – tecnozoom.it

Leif vivevano in una piccolissima cittadina molto isolata e da bambino era stato vittima di molestie. Per questo motivo aveva paura di incontrare dal vivo persone sconosciute e ciò gli impediva, di fatto, di fare nuove amicizie.

Proprio per uscire da quella soffocante solitudine, il giovane decise di creare un social in grado di mettere in contatto persone che non si conoscevano tra loro e che avrebbero potuto parlare di qualsiasi tipo di argomento facendosi compagnia o cominciando amicizie stimolanti dal punto di vista intellettuale e personale.

Il social è stato utilizzato principalmente nei Paesi di lingua inglese come Gran Bretagna, Stati Uniti e Australia ma anche in altri Paesi come l’Olanda. In ogni caso, il problema fondamentale era che erano moltissimi i minori a utilizzare ogni giorno Omegle. La situazione è degenerata nel corso degli anni, andando completamente fuori controllo.

Il social ha dovuto chiudere i battenti sotto la pressione di oltre 600.000 casi accertati di molestie contro minori avvenute solo nell’arco del 2022, quando tra l’altro la Pandemia era quasi terminata. Il fondatore ha spiegato di dover rinunciare a malincuore al progetto e lo ha fatto a causa di una minoranza di utenti che ha compiuto “atti così atroci che è impossibile descriverli”.

Impostazioni privacy