Google blinda gli smartphone, la nuova opzione è straordinaria: devi attivarla

Google vuole blindare gli smartphone attraverso un’opzione accurata e straordinaria: ogni utente è chiamato ad attivarla.

L’attività di Google è ad ampio spettro e coinvolge anche il settore degli smartphone. Da qualche anno i Pixel sono saliti alla ribalta grazie ad un’esperienza legata a tante funzioni interessanti, che diventerà ancora più importante attraverso la nuova opzione fornita dall’azienda americana.

Google smartphone opzione
Google blinda gli smartphone con una nuova opzione – (Tecnozoom.it)

Gli smartphone custodiscono al loro interno se non tutta la nostra vita, buona parte di essa. Per questo motivo la Commissione europea sollecita i produttori di telefoni di migliorare la longevità dei dispositivi così da ridurre le sostituzioni futili che aumentano il rischio di rifiuti elettronici.

Dalla strada indicata dalla Commissione europea, i produttori sono sempre più convinti di diffondere degli aggiornamenti utili anche a proteggere sempre di più l’esperienza dell’utente così da abbassare la soglia di rischio in merito alla privacy. In questo contesto entra la nuova funzione di Google che tutti gli utenti devono necessariamente attivare.

Google migliora gli smartphone: arriva la funzione Repair Mode

Il sistema Android di Google è uno dei più diffusi sui dispositivi di tutto il mondo ed per questo che l’azienda di Mountain View ha pensato, secondo quanto riferito dalla testata Android Authority, allo sviluppo di una nuova funzionalità chiamata Repair Mode. Questa opzione consentirà agli utenti di nascondere le informazioni personali continuando a mantenere attive le funzioni principali del dispositivo.

Google introduce la repair mode per gli smartphone
Arriva la funzione repair mode per gli smartphone – (Tecnozoom.it)

Per i possessori di telefoni Samsung esiste già la Maintenance Mode che propone dei servizi simili. In pratica abilitando la funzione di Google, il telefono creerà un ambiente sicuro in cui i dati dell’utente saranno custoditi. Questa opzione non ostacolerà il lavoro dei tecnici in caso di problemi.

Proprio come funziona da computer, la Repair Mode avvia una nuova immagine di Android eseguendola come “ospite” senza sovrascrivere la versione esistente del software. In pratica, ci sarà un’immagine di Sistema Generica (GSI) da attivare o disattivare tramite una schermata di sblocco. L’unico dubbio è sulla memoria dato che gli smartphone a fine corsa possono aver esaurito lo spazio. La testata infatti non specifica se l’immagine sarà conservata in un cloud o verrà stoccata su hardware.

Dalle indiscrezioni pare che la Repair Mode sarà già presente nella versione di Android 14 e debutterà nel prossimo Feature Drop in programma a dicembre 2023. In quella occasione ci sarà un tutorial al riavvio così da permettere di creare un backup da utilizzare nel caso in cui il dispositivo segnalasse dei problemi.

Impostazioni privacy