Tablet ai bambini, 10 regole per gestirlo: una è la più importante

Non si può dare il tablet ai bambini senza qualche direttiva su come e quando poterlo utilizzare. Bastano 10 semplici regole. 

La tecnologia ormai è arrivata ovunque, anche nelle scuole primarie e dell’infanzia. Di fronte a questo scenario sembra limitante per i bambini precludergli la possibilità di fare pratica con l’uso del tablet. Aiutare i piccoli ad approcciarsi all’uso dei dispositivi digitali è una scelta che può essere ottima se però è previsto un controllo sull’uso che ne fanno. Sono sufficienti 10 regole.

Dare il tablet ai bambini prevede delle regole
Non si può dare un tablet ai bambini senza alcuni limiti e un po’ di supervisione. – (tecnozoom.it)

La prima cosa a cui pensare è che cosa far vedere loro sul dispositivo per essere sicuri che si tratti di contenuti adatti all’età del bimbo. Ci sono applicazioni che permettono loro di svolgere giochi educativi sulla matematica o la lettura, così come programmi per leggere le favole. Se i contenuti sono verificati prima non c’è bisogno di preoccuparsi di cosa i bambini potrebbero trovare.

Fino ai 7-8 anni l’utilizzo di Google o altri motori di ricerca è meglio evitarlo o prevederlo sempre con la presenza di una adulto. Un bambino può cercare di tutto sulla barra di ricerca e finire col cliccare su annunci o siti poco raccomandabili. Se gioca online meglio limitare le interazioni via chat ai compagni di scuola e agli amichetti, verificando che non contatti estranei o adulti.

Se si dà il tablet ai bambini servono alcune limitazioni

Per quanti blocchi si possano mettere in automatico all’utilizzo dei dispositivi elettronici dei figli il primo filtro rimangono sempre i genitori. Questo vale anche per evitare che i bambini usino il tablet per troppo tempo arrivando ad anche ad problemi ad addormentarsi. Tenere d’occhio i propri figli aiuta anche a capire se usare spesso il tablet gli dia problemi agli occhi o meno.

il tablet ai bambini va dato a piccole dosi
Quando si dà il tablet ai bambini è meglio evitare di eccedere. – (tecnozoom.it)

Se i bambini vogliono usare il dispositivo per foto o disegni è giusto permettere loro di avere una cartella propria dove non andare a curiosare. Mentre sono sul web è giusto controllare ma su appa innocue non c’è bisogno. Allo stesso modo bisogna stimolare la loro curiosità anche su altre attività in modo che non vedano la tecnologia come unico modo per passare il tempo.

Le ultime tre regole da tenere presenti sono molto semplici. La prima è quella di non troppi limiti oltre il necessario perché questo non influenzi negativamente i bambini verso l’uso del tablet. L’ultima è permettere ai figli di sentirsi liberi di domandare in caso di dubbi sull’uso del dispositivo, senza che si sentano sotto pressione o giudicati.

L’ultima è quella di evitare che i bambini prendano l’abitudine di usare il tablet a tavola invece di conversare con i genitori e mangiare. Presto altrimenti inizieranno a farlo ovunque finendo con l’isolarsi a poco a poco dagli altri.

Impostazioni privacy